Il Noleggio Operativo – Cos’è?

E’ una formula alternativa all’acquisto ed al leasing che consente, ad un’attività imprenditoriale, e dietro pagamento di un canone periodico, di avere la disponibilità per una durata prestabilita (in genere per vari anni) di un bene unitamente a una serie di servizi correlati.

I beni necessari all’attività vengono acquistati da un soggetto (detto locatore) e dati in locazione (affitto) al cliente finale (detto locatario) senza che quest’ultimo, a fine contratto, ne diventi o ne debba diventare in automatico proprietario.

 

Perché scegliere il noleggio operativo?

  • Permette di mantenere intatta la liquidità Aziendale;
  • Permette di calcolare con precisione i costi da sostenere;
  • Aiuta sensibilmente a migliorare il rating creditizio;
  • Permette di dedurre, per intero o in parte (dipende dal bene), il canone di noleggio;
  • Possono essere noleggiati beni non contemplabili in un classico leasing;
  • La durata può essere inferiore al classico leasing;
  • L’esito della pratica è pressoché immediato;
  • Apertura ed esito della pratica non è visibile agli istituti di credito.

Quali Aziende possono accedere al noleggio operativo?

  • Società per Azioni;
  • Società a Responsabilità Limitata;
  • Società a Nome Collettivo;
  • Ditte individuali;
  • Società agricole o similari;
  • Cooperative;
  • Onlus;
  • Enti Comunali, con alcune limitazioni.

Quali sono i costi

Il Cliente finale, a seguito istruttoria positiva, dovrà sostenere i seguenti costi:

  • Canone mensile + IVA, come da preventivo
  • Spese istruttoria da 75€ a 100€, una tantum
  • Assicurazione annuale a copertura totale del bene: l’assicurazione non è compresa nel canone e viene fatturata una volta all’anno. L’assicurazione può anche essere stipulata con una Società differente da quella proposta. Il costo della polizza ALL RISK è pari ad una percentuale massima del 4,8% del costo dei beni, non un minimo di 96€/anno

Quali sono i documenti necessari per richiedere un Noleggio Operativo

  • Ultimo bilancio depositato corredato di lettera integrativa, verbale del consiglio e certificato di deposito;
  • Bilancio provvisorio aggiornato all’ultima data disponibile;
  • Visura camerale aggiornata, non antecedente i 6 mesi;
  • Copia documento identità del legale rappresentante;
  • Coordinate bancarie;
  • per importi inferiori ai 10.000€ non sono richiesti documenti reddittuali.

Cosa succede a fine noleggio?

Si possono avere le seguenti opzioni:

  • Acquisto: il Cliente finale, che ha il diritto di prelazione, può acquistare il bene con una rata definita alla stipula del contratto;
  • Proroga consensuale: il Cliente finale, previo accordo tra le parti, potrà prorogare il contratto in essere per un minimo di 6 mesi;
  • Nuovo contratto: in accordo con il fornitore, il bene noleggiato al cliente viene ritirato e sostituito con un nuovo bene, sul quale si attiverà un nuovo contratto;
  • Il Cliente finale rende il bene.